Impianto idraulico con collettore o in derivazione: Quale scegliere

Nella maggior parte dei casi, in fase di ristrutturazione totale di un appartamento, occorre effettuare un rifacimento totale dell’impianto idraulico.
L’impianto idraulico è possibile realizzarlo in due modi diversi:
– A collettore;
– In derivazione
Analizziamo ora i pro e i contro di ognuno per consentirvi di fare una valutazione su quale impianto idraulico è più idoneo alle vostre esigenze e quindi quale scegliere in fase di lavori di ristrutturazione.

IMPIANTO IDRAULICO CON COLLETTORE

impianto-idraulico con collettore
L’impianto idraulico con collettore prevede l’installazione di un collettore idraulico in parete, all’interno di una cassetta, da dove sono distribuite e collegate tutte le utenze dell’impianto idraulico sia quelle dell’acqua calda che quelle dell’acqua fredda.
VANTAGGI: L’assenza totale di giunzioni fatta eccezione della parte relativa al collettore. Le giunzioni sono quindi tutte fuori traccia. Dato che, la maggior parte delle volte, le perdite sono causate dal deterioramento delle giunzioni, in questo caso per la sostituzione, non si deve procedere allo smantellamento e alla ricostruzione di parti di muratura e pavimentazione quindi ciò comporta meno rischi sia economici che strutturali.
Il collettore infine funziona come un quadro elettrico. E’ possibile pertanto chiudere utenza per utenza soprattutto in caso di perdita, non è necessario sospendere l’erogazione dell’acqua in tutto l’appartamento ma solo alla parte interessata.
SVANTAGGI: Accorre avere a disposizione all’interno dell’appartamento uno spazio da adibire all’installazione della cassetta con i collettori.

IMPIANTO IDRAULICO IN DERIVAZIONE

Impianto idraulico a derivazione
L’impianto idraulico in derivazione è costituito da una tubazione principale che viene poi deviata per ogni utenza. Ogni collegamento avviene mediante l’utilizzo di raccordi a “T” costituiti da un ingresso e due uscite.
L’acqua della tubazione principale viene così divisa in due canali. Le giunzioni avvengono spesso sottotraccia, quindi sotto la pavimentazione o muratura.
VANTAGGI: Essendo tutto sottotraccia è poco ingombrante ed esteticamente più piacevole
SVANTAGGI: In caso di eventuali perdite occorre intervenire operando sottotraccia quindi rompendo murature e pavimenti. Non è possibile poi chiudere una utenza alla volta in caso di perdita ma occorre bloccare l’erogazione dell’acqua di tutto l’appartamento. Inoltre nel caso in cui due o più utenze sono aperte nello stesso momento si potrebbe avere un abbassamento del flusso dell’ acqua.

L’IMPIANTO IDRAULICO CHE NOI PREFERIAMO

Noi di Pronto Ristrutturazioni preferiamo in assoluto realizzare impianti idraulici a collettore perchè più funzionali e pratici oltre che più sicuri in caso di perdite e malfunzionamenti.

2018-01-23T15:22:46+00:0029 Dicembre 2017|Impianto idraulico|